domenica 15 ottobre 2017

Montessori - materiali e metodo



Il telefono squilla e …  Materiali poveri per Giochi ricchi?
Si.
Volevamo … abbiamo …  scusi insomma sareste disposte a tenere un corso erasmus intensivo sul metodo Montessori a delle insegnanti provenienti dalla Turchia?
Si certo, con molto piacere, ma quando?
La  prossima settimana, vi forniremo un interprete.
È  così che è iniziata una velocissima organizzazione. 
Però abbiamo già tutto pronto, sarà un caso o siamo già pronte per le proposte che arrivano?  
Benissimo.
- Presentazione in Power Point … pronta!
- Materiali di sviluppo … pronti!
- Materiali realizzati con materiali semplici … pronti!
Il corso si  è sviluppato su più livelli e in più giornate, le domande sono state tante, davvero  tante.
Ma è questo che desideriamo di più: domande, interrogazioni … come si fa?  Perché si fa così piuttosto che in un altro modo?
Vi lasciamo alle foto che parlano di più delle parole.
Alda e fulvia




foto del Centro Studi Infol








foto del Centro Studi Infol

Tutte le fotografie e i testi contenuti in questo blog sono di proprietà di "Materiali Poveri per Giochi Ricchi" a meno che espressamente indicato che provengono dal web e che non sono di proprietà di "Materiali poveri per giochi ricchi". 
E’ pertanto vietato qualsiasi utilizzo che non sia stato espressamente autorizzato in forma scritta dalle autrici.


La nostra mail è aldafulvia@gmail.com

lunedì 11 settembre 2017

La bellezza aiuta a crescere


Quando siamo entrate nel nido Gira Girasole  di Roma ( http://www.giragirasole.com/), e insieme alla  coordinatrice  abbiamo visitato  i loro spazi curati nei minimi particolari,  il nostro sguardo  si è fermato sui meravigliosi mobili d’epoca  montessoriani che arredavano alcune sezioni.  Non è facile trovare questi arredi nei contesti educativi di oggi, quindi un doppio grazie allo staff per averci dato l’opportunità di toccarli e  fotografarli.  Vi assicuriamo che è per noi è stata un’esperienza bellissima.
La prima cosa che si  può osservare guardando questi mobili,  è il colore scelto per la verniciatura: verde acqua, colore delicato che invita alla calma.  
La seconda cosa è il design semplice ma elegante. 
La terza la leggerezza.
Si, perché i tavoli e le sedie sono leggerissimi. Anche i bambini piccoli possono trasportarli senza fatica. Anche la scaffalatura, a parte la cassettiera,  è molto leggera, è stata costruita  così leggera  per permettere ai bambini di  portarla in giardino, insieme a sedie e tavoli.  Durante le giornate primaverili o estive nelle scuole montessoriane si poteva  continuare l’attività anche all’aperto ricostruendo la classe in giardino  utilizzando appunto  i mobili  “trasportabili”.  La cassettiera, leggermente più pesante,  non doveva essere spostata ma rimaneva al suo posto e conteneva i lavori dei bambini. Ad  ogni bambino veniva assegnato un cassettino personale. Questo era il pensiero che ha accompagnato i progetti di Maria Montessori per quanto riguarda il design dell’arredo delle classi. Mobili leggeri che i bambini potessero trasportare facilmente e che  dovevano essere maneggiati con cura proprio perché leggeri.
Questi mobili hanno attraversato il nostro secolo e sono ancora in perfetta forma. Piccoli interventi di restauro hanno permesso di far parte ancora oggi del mobilio del nido e della scuola dell’infanzia  Gira Girasole.  E questa è la cosa più bella. Sono stati utilizzati da tantissimi bambini ma hanno resistito e oggi i bambini possono usufruire di mobili che portano con sé  il pensiero che vede il bambino attore della sua crescita.
Abbiamo avuto l’opportunità di posizionare le nostre attività realizzate con materiali semplici e fotografarle in questo contesto davvero unico. Ringraziamo vivamente  tutto lo staff  per averci dato questa possibilità.
Il risultato ci ha emozionato.  Perché sappiamo che per Maria Montessori,  la preparazione dell’ambiente è un elemento fondamentale in quanto esso stesso è educatore nel più senso stretto del termine.


















foto di nido "Gira Girasole" Roma
                               
foto di nido "Gira Girasole" Roma

Tutte le fotografie e i testi contenuti in questo blog sono di proprietà di "Materiali Poveri per Giochi Ricchi" a meno che espressamente indicato che provengono dal web e che non sono di proprietà di "Materiali poveri per giochi ricchi". 
E’ pertanto vietato qualsiasi utilizzo che non sia stato espressamente autorizzato in forma scritta dalle autrici.

La nostra mail è aldafulvia@gmail com


sabato 1 luglio 2017

Video: attività montessoriane con materiali semplici

Ordine, cura e semplicità sono componenti, per noi imprescindibili, dell’organizzazione degli spazi educativi. In questo piccolo video vi raccontiamo come organizzare un mobile con attività realizzate con materiali semplici adatte ai bambini dai 10 ai 20 mesi di età. Abbiamo iniziato ad interessarci ai giochi fatti a mano molti anni fa e nel tempo abbiamo reperito e costruito giochi e attività che utilizziamo  per realizzare incontri di formazione. Tutto questo nasce dal desiderio di  rispondere ai bisogni pratici di chi lavora a contatto con i bambini tutti i giorni.  Ci siamo impegnate per creare materiale video che potesse raccontare il nostro lavoro di ricerca e studio nel mondo dell'educazione. Questo è il nostro nostro  modo di stare vicino a tutte voi che siete giornalmente accanto ai bambini con il vostro  affetto e la vostra professionalità.
Buona visione!




Altri video con attività realizzate con materiali semplici

    La scatola dei foulard      La scatola montessoriana delle conchiglie.


aldafulvia@gmail.com

giovedì 18 maggio 2017

Andiamo al parco



Chi è nato in una grande città non sempre conosce la bellezza di vivere circondati dalla natura: dalle montagne, dai boschi, dai prati, con piccoli sentieri da percorrere, cespugli dietro i quali ci si può nascondere, alberi su cui arrampicarsi. Tutti però abbiamo provato come ci sentiamo bene dopo essere stati a contatto con la natura, aver passato una giornata in campagna o al mare. La natura ci libera di tutte la nostra stanchezza e torniamo a casa più sereni, più leggeri.  Le scuole  non sempre hanno la fortuna di avere a disposizione un’ampia area verde, con molte piante. Così i bambini non provano  la felicità, il piacere, la calma che viene trasmessa dalla natura. Attraverso la vicinanza diretta con la natura, invece, si prende sicurezza con essa e si inizia ad volerle bene e  a considerarla parte di noi. Il riaccostamento alla natura è ultimamente sempre più una necessità per uno sviluppo sano dei bambini. 
Con queste immagini vogliamo raccontarvi una passeggiata in un parco … dove  i giochi sono pensati e  organizzati con cose semplici.  























aldafulvia@gmail.com

giovedì 16 febbraio 2017

L'osservazione e la concentrazione


La nostra formazione  è rivolta alle educatrici e alle insegnanti e si orienta in particolare a valorizzare  le competenze di ciascuna di loro. Per far questo organizziamo percorsi che permettono,  anche attraverso l’uso di materiali naturali, di recupero e della pittura  di  affrontare temi importanti quali il ruolo dell’educatrice e dell’insegnante rispetto al fare dei bambini. 
I laboratori  organizzati con dei setting ad hoc permettono di affinare e ripensare  il proprio agire  quotidiano alla luce della esperienza e della riflessione maturata nel laboratorio stesso. 
La nostra formazione non è un travaso di conoscenze da un recipiente ad un altro  ma  è l’esperienza stessa vissuta in prima persona che porta a riflessioni profonde e di senso che permettono il cambiamento e il miglioramento della relazione educativa dell’adulto-educatore con il bambino. Di solito l’adulto fa fare cose ai bambini senza averle provate in prima persona. Questo  può generare confusione nei messaggi e nelle aspettative che non sono  utili per creare un ambiente educativo di qualità. Per questo abbiamo scelto di proporre esperienze di laboratorio, per generare conoscenza e riflessione  nel personale educativo e dobbiamo dire che il successo di ogni incontro ci invita a continuare su questa strada.











Le foto sono del laboratorio, condotto da Alda Pisano, "Dal materiale all'astratto" tenuto presso il nido Regina Margherita di Roma